Limoncello fatto in casa, la ricetta tradizionale

|

La nostra guida completa al limoncello fatto in casa con consigli per principianti per realizzare il limoncello secondo la ricetta tradizionale originale.

Cos’è il Limoncello?

Il limoncello è un liquore al limone tradizionale italiano, fatto con acqua, zucchero e scorza di limone. Viene spesso servito freddo come drink dopo cena.

Il limoncello può essere servito come digestivo o come aperitivo. Viene anche utilizzato in alcuni cocktail e bevande miste. Il più popolare è sicuramente il Limoncello della Costiera Amalfitana nel sud Italia.

Il limoncello esiste da secoli e il suo nome deriva da “limoncino” che in italiano significa “piccolo limone”. Si ritiene che sia originario del Sud Italia e sia stato probabilmente sviluppato da contadini che cercavano modi per consumare i propri limoni dopo la raccolta avvenuta nei mesi di novembre e dicembre.

Quali sono gli ingredienti base del limoncello?

Gli ingredienti del limoncello sono molto semplici. Tutto ciò di cui hai bisogno è scorza di limone, acqua e alcol.

Il limoncello è tradizionalmente preparato con le bucce dei limoni maturi. La gradazione alcolica del limoncello dipende dalla percentuale di alcol utilizzata nella sua produzione.

ingredienti limocello

Come scegliere l’attrezzatura giusta per fare il limoncello

È fondamentale munirsi della giusta attrezzatura per fare il limoncello. Gli strumenti di base di cui avrai bisogno sono:

  • una pentola capiente;
  • un pelapatate;
  • un recipiente ermetico;
  • un imbuto;
  • un colino o dei filtri per il caffè;
  • una o più bottiglie per la conservazione del prodotto finito.

A prima vista può sembrare che fare il limoncello in casa sia difficile, ma è sorprendentemente facile se hai l’attrezzatura giusta.

Come preparare il limoncello in casa, la ricetta originale

Il limoncello si ottiene mettendo a bagno i limoni nell’alcool per giorni per poi aggiungere lo zucchero successivamente. Se vuoi preparare questa bevanda fatta in casa a casa, avrai bisogno di:

  • 750 ml di acqua;
  • 500 ml di alcol puro;
  • 650 grammi di zucchero;
  • 6 limoni grandi, non trattati.
ricetta tradizionale limoncello

Per fare il limoncello, per prima cosa pulisci i limoni con una spugna sotto l’acqua corrente strofinando la buccia per eliminare eventuali impurità. Quindi asciuga i limoni con un panno.

Sbuccia i limoni con l’aiuto di un pelapatate, è importante prelevare solo solo parte gialla della buccia gialla lasciando la parte bianca, molti più amara, sul frutto.

Prendi un contenitore di vetro, riempilo con l’alcool e le bucce di limone, chiudi ermeticamente e lascia le bucce a macerare nell’alcool per 30 giorni. Conserva il contenitore in luogo buio e lontano da potenziali fonti di calore.

Dopo 30 giorni è arrivato il momento di fare lo sciroppo: aggiungi l’acqua e zucchero in un pentolino, una volta arrivato a bollore, spegni subito il fuoco e lascia che si raffreddi completamente.

Aggiungi lo sciroppo al barattolo contenente l’alcool e la scorza di limone. Agita il barattolo per mescolare il contenuto prima di lasciarlo per altri 40 giorni in un luogo buio e lontano da fonti di calore. Conservalo sempre in un luogo asciutto e fresco.

Dopo aver fatto riposare il liquore, il passaggio successivo è filtrarlo. Versa quindi il limoncello in una bottiglia attraverso un colino a maglie fini o 2-3 filtri di caffè. Il tuo delizioso limoncello fatto in casa è ora pronto per essere gustato!

Una guida rapida alle varietà di limone per fare il limoncello in casa

Ci sono diverse varietà di limoni che vengono utilizzate per preparare questa famoso e tradizionale liquore. I tipi più comuni includono i limoni di Sorrento e i limoni Sfusati Amalfitani.

limoni per limoncello

Il limone di Sorrento è un agrume succoso, dolce e senza semi coltivato nel Sud Italia.

È apprezzato per il suo sapore ricco e il colore dorato. Il Sorrento può essere spremuto per produrre succo o affettato finemente per guarnire piatti.

I limoni di Sorrento sono un’ottima fonte di vitamina C, vitamina A e potassio. Sono anche ad alto contenuto di proprietà antiossidanti.

Ciò che lo rende ideale per la preparazione del limoncello è la sua buccia, che come abbiamo visto viene messa a macerare nell’alcol etilico. La buccia dei Limoni di Sorrento è mediamente spessa e ricca di oli essenziali, quindi molto profumata.

Lo Sfusato amalfitano, o detto anche Limone Costa d’Amalfi, è un limone di dimensioni medio-grosse e di forma allungata.

E’ naturalmente povero di semi, molto succoso con una  la sua polpa abbastanza dolce.

Come conservare e servire il limoncello fatti in casa

Conservare il limoncello fatto in casa in un luogo buio, al riparo dalla luce diretta e da fonti di calore, a una temperatura inferiore ai 10 gradi Celsius.

Agitare delicatamente la bottiglia prima di aprirla per amalgamare il contenuto.

Si consiglia di servire il limoncello freddo, molto spesso viene conservato nel congelatore e servito ghiacciato.

conservare il limoncello
Previous

Vacanze in Bed and Breakfast per non rinunciare ad autonomia e comfort

La guida completa al Museo nazionale egiziano del Cairo

Next

Lascia un commento