L’isola delle farfalle- Corina Bomann

“Ascolta sempre il tuo cuore, e seguilo. Se non lo farai, porterai sfortuna a te e a quelli che ami.

Un libro romantico che mi ha fatto tanto sognare. Sicuramente si tratta di una lettura più per il genere femminile ma non è comunque da diabete! Questo romanzo ci fa viaggiare in quest’isola meravigliosa lo Sri Lanka.

Ci siete mai stati? Dopo aver letto le parole di Corina Bomann ho proprio intenzione di andarci. Ed è qui che entrate in gioco voi..avete dei suggerimenti da darmi? come per esempio luoghi da non perdere su quest’isola?

Tornando al libro, è una storia romantica vissuta in prima persona dalla protagonista, Diana. Il libro è composto dall’alternarsi di due narrazioni: quella al presente di Diana (2008) ambientata a Berlino e quella al passato di Grace (1887), la sua prozia, ambientata in Sri Lanka.

Diana non sta di certo attraversando un bel periodo della sua vita, dopo l’ennesimo tradimento del marito ma una telefonata cambierà la sua visione del mondo in meglio. La telefonata è dall’Inghilterra: la cara zia Emmely è in punto di morte e vorrebbe vederla un’ultima volta. A questo le vite delle due donne si intrecciano e anche se, sembrano essere totalmente diverse l’una dall’altra, dimostreranno forza e tenacia per prendere in mano le redini della loro esistenza.

Diana dovrà, grazie ad alcuni indizi lasciati dalla prozia, far riemergere un terribile segreto di famiglia, qualcosa che accadde tanti anni prima nel lontano Oriente, a Ceylon, l’incantevole isola del tè e delle farfalle. Inizia così il suo viaggio, da Berlino a Tremayne House a Londra, da Colombo a Celyon sulle orme dei suoi antenati, costretti a trasferirsi in Sri Lanka per rilevare una piantagione di tè. Diana parte  alla ricerca delle proprie origini, e sull’isola delle farfalle scopre l’antica profezia che ha cambiato per sempre il destino della sua famiglia, un amore proibito e mai dimenticato, e la strada per ritrovare finalmente se stessa.

Lascia un commento