Guinness, curiosità sulla scura irlandese

Facilmente riconoscibile grazie al suo sapore inconfondibile, al suo colore scuro, quasi nero, sormontato dalla schiuma bianca, la Guinness è probabilmente una delle birre più famose e amate in tutto il mondo. In questo articolo della sezioni #saporidalmondo vi parlerò di alcune curiosità legate a questo marchio.

  • La Guinness irlandese viene realizzata con acqua proveniente dalla sorgente di Lady’s Well, purissima e qualitativamente superiore rispetto alla birra Guinness prodotta in altri paesi del mondo. Per questo motivo se assaggerete la birra in irlanda il gusto sarà nettamente diverso. Oggi circa il 40% della birra Guinness mondiale viene prodotto in Africa.
  • Il caratteristico colore e il sapore amarognolo derivano invece da un errore della tostatura dell’orzo, avvenuto a cavallo tra il 1600 e il 1700. Probabilmente, in seguito ad un incendio del deposito di malto della Guinness, il fondatore Arthur Guinness, decise di non buttare via l’intero carico e di provare a produrre la birra utilizzando il malto bruciat. L’ esperimento si rivelò un successo.
  • Per ottenere invece la caratteristica schiuma compatta e cremosa, il segreto è la spillatura con l’immissione di CO2 e azoto (nelle altre birre si usa solo anidride carbonica)
  • Difficile da credersi ma nel 2003 la American Heart Association ha rilevato che le sostanze antiossidanti contenute nella celebre birra scura possono rallentare il deposito di colesterolo nelle arterie.
  • l titolo “Guinness dei primati” deve le sue origini proprio alla Guinness e al suo amministratore delegato, sir Hugh Beaver, che è il creatore della famosa raccolta di record.
  • La Guinness deve gran parte della sua fama ad una serie di pubblicità create da John Gilroy tra il 1930 e il 1940. Attualmente gran parte del business è dovuto alla vendita di vestiti ed accessori raffiguranti il logotipo della Guinness o delle varie campagne pubblicitarie.
  • L’arpa incisa sui boccali è uno dei simboli d’Irlanda, esistente realmente e conservata nel Trinity College di Dublino
  • Nei primi anni del Novecento, la Guinness si dotò di un team di ricerca per studiare in modo scientifico i parametri che influenzano la qualità della birra, diventato la percorritrice di quello che oggi è chiamato “controllo di qualità”.
  • Ogni anno in tutto il pianeta vengono prodotti 850 milioni di litri di Guinness pari a 1.8 miliardi di pinte. Secondo una stima, ogni fine settimana a Dublino vengono spillate nei pub ben 9.800 pinte all’ora.

La storica fabbrica della Guinness di Dublino è l’attrazione turistica più visitata d’Irlanda quindi non perdetela!

Lascia un commento